Categorie

Archivio

Foto del pranzo Sociale di domenica 8 dicembre 2013

Cari soci e simpatizzanti,

In questa circostanza mi preme  salutare  i consiglieri, sempre disponibili e le socie  che si sono attivate nel corso di quest’anno, in particolar modo per la loro  presenza  in abito sociale conferendo così un gentile tocco di eleganza  in ogni occasione. Cosa quest’ultima che ha visto il pieno gradimento del qui presente sig. Questore, delle altre associazioni e del pubblico incontrato nelle varie cerimonie svoltesi in quest’anno.

A tutti va il mio più sincero grazie per la fattiva collaborazione e la solidale vicinanza.

Il tempo passa veramente molto veloce!….Così ci ritroviamo qui con un anno in più, ma vedo che non vi pesa per niente, siete tutti svegli ed arzilli!…..

Ancora una volta, quindi, dobbiamo ritenerci soddisfatti di poterci incontrare in questo appuntamento consueto, ma sempre da tutti molto atteso.

Un’occasione senz’altro piacevole per scambiarci gli auguri, senza i quali ci mancherebbe qualcosa per poter meglio gustare appieno la imminente ricorrenza del Santo Natale.

Sì, oggi è un convivio, un convivio che ci coinvolge e che fa onore a questo sodalizio, che porta in sé  l’espressione di antichi e sani valori.

Infatti non lo viviamo  come momento di nostalgici ricordi. Anzi tutti vogliamo e sappiamo guardare ancora avanti .- consci che la vita è un dono e  come tale deve essere vissuta sempre con una positiva visione.

Non essendo politologi o economisti, ovvero i soloni che discutono sui problemi del mondo senza però trovare le soluzioni, sentiamo il dovere di dare uno sguardo partecipe a quella che è la situazione del nostro Paese. La crisi mondiale sta facendo emergere i nostri problemi legati all’economia,  producendo un impoverimento e disoccupazione soprattutto giovanile.

Siamo chiamati a far sacrifici come non si ricordano dal dopoguerra. È ragionevole rimettere in discussione i nostri cosiddetti diritti acquisiti se è in gioco il futuro dei nostri figli. C’è però un altro fronte che come appartenenti alla  Polizia ci sta più a cuore ed è la  legalità  C’è nel Paese un’illegalità dilagante anche a causa di cattivi esempi..

Allora è proprio il momento di scuoterci – così come  ci esorta il Papa Francesco in ogni occasione –  cercando di rifondare il Paese, puntando sui giovani che vanno educati ai valori comuni di cui si è persa traccia.

La nostra testimonianza di legalità deve essere l’esempio a cui richiamare figli e nipoti spiegando loro che senza di essa non c’è giustizia. ne futuro. Solo così può avvenire quel cambio generazionale che  si rende necessario e non più procrastinabile.

Allora con l’augurio di tempi  migliori e di incontrarci ancora qui anche il prossimo anno, in qualità di Presidente di questo sodalizio,  abbraccio e saluto cordialmente tutti.

Con stima

Cav.Mauro Inama 

~

~

 

~

Premiati per la loro lunga militanza all’associazione

~

~

~

~

Ringraziamento alle nostre socie presenti in abito sociale alle numerose cerimonie

~

~

~

~

 

Comments are closed.