Categorie

Archivio

Anno 1964 – scuola Allievi Pubblica Sicurezza – Caserta (articolo del Socio Pietro Marcotriggiano)

Anno 1964 -scuola  Allievi Pubblica Sicurezza – Caserta.

Pietro Marcotriggiano

Giovane diciottenne, (all’epoca non maggiorenne, previsto solo al raggiungimento dei 21 anni)  di fronte alla scelta di proseguire gli studi universitari, come desiderio  famigliare, seguendo le orme del fratello maggiore e della sorella, dotato di un carattere estroverso ed incline ad una propria autonomia sociale ed economica,  decidevo (contro la volontà paterna) di arruolarmi nel corpo della Polizia di Stato. Decisione scaturita dal fatto che, non essendo maggiorenne non potevo rendermi autonomo e  nessuna impresa mi avrebbe assunto senza aver prima esaurito l’impegno di leva  prevista al raggiungimento del ventunesimo anno di età.

Galeotto fu il manifesto affisso fuori della scuola che invitava ad arruolarsi nella P.S. con la prospettiva di maturare una specializzazione nel campo lavorativo o far parte della polizia STRADALE. Ho ancora impresso nella memoria, per la mia passione delle moto,  l’immagine di quella fiammante rossa moto Guzzi  ben in vista sul manifesto.

Fatta la domanda, fui subito chiamato a frequentare il corso c/o la scuola di P.S. di Caserta per diventare agente di Polizia. Settembre 1964 Un anno indimenticabile; prima volta lontano dalla mia famiglia, lontano dai miei amici, lontano dalla mia fidanzatina, lontano da tutto quello che mi aveva circondato nei miei primi 18 anni. Sensazioni indescrivibili, momenti di rimpianti e momenti di soddisfazioni si alternavano in modo vertiginoso.

In compenso, ho trovato una famiglia meravigliosa composta da colleghi e superiori;  ero tra i più giovani allievi e spesso coccolato.  Ricercato ed apprezzato  da alcuni colleghi, più anziani e meno istruiti, per  scrivere lettere amorose alle proprie fidanzate, facendomi sentire ancora di più un tutt’uno con ognuno di loro.

Di contro, ho perso l’amore della mia ragazza che, di fronte alla prospettiva di dover attendere fino al raggiungimento dei miei 28 anni di età  previsti dal regolamento ,  per convogliare al matrimonio, ha preferito mollare; forse non era vero amore!!!

Si sono susseguiti anni  di soddisfazione professionale e personale;  ho ripreso gli studi, frequentando la facoltà di farmacia c/o l’università di Milano; ma, dopo 9 anni volati velocemente come un battito di ali, dovevo decidere tra la possibilità di continuare la carriera militare frequentando l’accademia per ufficiali o accettare l’offerta di una casa farmaceutica per un impiego di vaste prospettive.

Ho optato per la seconda; ma,  con impressi nel cuore gli anni  nella grande famiglia della Polizia. Ricordo che mi ha visto sempre vicino all’Associazione Nazionale della Polizia di Stato e che da qualche tempo, essendo in pensione, ancora più collaborativo con l’A.N.P.S. di Como dove   ho ritrovato alcuni colleghi dei miei trascorsi in Polizia e, dove rivivo sensazioni degli anni della mia gioventù.

Momenti di aggregazione sono diventati  il ritrovo con il gruppo  Motociclisti ANPS di Como e Brescia .

 

Pietro Marcotriggiano

  

 

 

Comments are closed.